TEATRO ASTRA - BELLARIA

Astrino

Domenica 16 Febbraio 2020 - ore 16.30
Rosaspina. Un Teatro

Bertoldo e Bertoldino

Compagnia Rosaspina. Un Teatro
Regia Angelo Generali | Testo: Aurelia Camporesi e Angelo Generali
Con Aurelia Camporesi, Angelo Generali, Giampiero Bartolini


testo Aurelia Camporesi e Angelo Generali da G. C. Croce
regia e scena Angelo Generali
con Aurelia Camporesi, Angelo Generali, Giampiero Bartolini

Qual è la cosa più veloce che ci sia? Il pensiero! Qual è quel mare che non si
riempie mai? L'ingordigia dell'uomo avaro! Qual è il più gran pazzo che ci sia?
Colui che si considera il più savio!

Siamo alla corte di Verona, molto, molto tempo fa. Bertoldo, contadino basso e grasso, testa grossa,
bocca storta, naso adunco, orecchie asinine e piedi larghi, passa davanti a nobili e dame senza chiedere
permesso, senza salutare, senza togliersi il cappello e va a sedersi a fianco di Alboino, re dei
Longobardi! Sorpreso, il re comincia a rivolgergli domande e si rende conto che quello non è un
contadino qualunque, ha la risposta pronta a tutto e le sue affermazioni sono anzi sensate e astutissime.
Spesso colpiscono i vizi del re e della corte, ma non si può dire che non siano giuste! Perché Bertoldo è
uomo saggio e ama dire la verità. La corte si diverte alle sue battute ed ai suoi sarcasmi, tranne la
regina che non ama la sincerità di Bertoldo. Così il re alla fine condanna a morte il povero villano. Ma
Bertoldo, con un'altra trovata di genio, riesce a salvarsi la vita e il re decide di tenerlo sempre a corte.
Ma, ahimè, questa sì che è una vera condanna a morte! Bertoldo è abituato a mangiare solo erbe e
legumi e il suo stomaco non regge ai cibi raffinati della corte... Così muore davvero per non poter
mangiare.... rape e fagioli!

::: LA COMPAGNIA :::
Fondata a Bologna nel 1996, la compagnia ha da sempre condotto una ricerca
sull’arte dell’attore e della messinscena caratterizzata da un linguaggio accessibile e
piano, rivolto ad adulti e ragazzi. La riscoperta del “teatro di stalla” ha portato
Rosaspina ad affrontare testi popolari, fiabe e conte ispirate alla tradizione dei
cantastorie, fino alla definizione di un teatro di piazza che ha riletto e rinvigorito le
figure archetipiche dell’immaginario contadino del passato, dalle maschere bolognesi
al Bertoldo.

Durata: 60 minuti
Età: scuole elementari
con il contributo di Regione Emilia-Romagna/Settore Spettacolo

Ingresso intero: 10 € | ridotto: 6 €
TORNA ALLA LISTA
Realizzazione Siti Internet e Web Marketing Rimini | Adria Web